Il 20 novembre 2012 l’architetto Bernard Tschumi ha incontrato i rappresentanti della Municipalità di Grottammare e i cittadini per presentare le sue iniziali riflessioni sul progetto ANIMA e per delineare possibili soluzioni secondo tre diversi schemi.

“Nel corso dei mesi di agosto, settembre e ottobre 2012 – ha detto Bernard Tschumi nell’introdurre l’illustrazione delle sue riflessioni -abbiamo testato numerose configurazioni per il progetto. Il nostro intento era derivare l’idea principale da A) gli obietivi del progetto e B) gli aspetti programmatici e le caratteristiche del progetto in relazione al luogo. A partire da queste multiple variabili programmatiche siamo giunti a tre possibili soluzioni. Le abbiamo chiamate rispettivamente: la strategia delle “Corti”, la strategia del “Cubo” e la strategia della “Triade”. Tutte e tre offrono un nuovo modello di luogo per la cultura del ventunesimo secolo, un generatore di eventi urbani nell’epoca dell’iPad e di Internet”.

In seguito all’incontro, lo Studio di fattibilità completato nel novembre 2012 ha presentato i tre schemi alternativi per il progetto di ANIMA. Dopo aver ascoltato le considerazioni della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno e del Comune di Grottammare, Bernard Tschumi Architects ha coniugato le potenzialità di due schemi per proseguire nella fase di progettazione preliminare.